Caffè Filosofico
"Lasciamo da parte quella melensa definizione della filosofia come amore della sapienza che porta lontano dal significato autentico della filosofia. Philos vuol dire aver dinanzi qualcosa di cui si ha cura come di se stessi". (Emanuele Severino, 21-09-2008 Festival di Filosofia a Modena)

UN CALOROSO BENVENUTO IN CAFFE' FILOSOFICO, UN SITO CHE VUOLE ESSERE NON SOLO CONSULTATO MA SOPRATTUTTO PARTECIPATO E SCRITTO.
BUON CAFFE' FILOSOFICO!
Homepage

Caccia alle balene: proposta la legalizzazione limitata

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

default Caccia alle balene: proposta la legalizzazione limitata

Messaggio Da Admin - AnnaGarofalo il Mar Mag 04, 2010 6:41 pm

Nel lontano 1986, a causa della rapida sparizione delle balene dagli oceani di tutto il mondo, fu imposta la moratoria sulla loro caccia. In pratica da quell’anno in poi non sarebbe più stato possibile cacciare l’animale più grande degli oceani per scopi commerciali. Tutti i Paesi del mondo ratificarono il trattato tranne Islanda e Norvegia che infatti hanno continuato a cacciarle, mentre il Giappone, pur ratificandolo, aggirò il divieto continuando le sue operazioni, nascondendole sotto la “bandiera” degli scopi scientifici.

Queste scelte purtroppo hanno portato ad una duplice conseguenza catastrofica. La prima e più ovvia è che la caccia è continuata, venendo per fortuna limitata solo a questi tre Stati; la seconda è che essi si sono autoregolamentati, assegnandosi in maniera del tutto arbitrale un numero di cetacei da catturare ogni anno. Siccome questa situazione stava diventando insostenibile, la Commissione baleniera internazionale (Iwc) ha proposto di legalizzare la caccia alle balene, ma con forti limiti.

L’obiettivo è di limitare fortemente la caccia perché con la legalizzazione si riuscirebbero a salvare dai 4 ai 18 mila esemplari in 10 anni. Infatti attualmente il tasso di caccia del solo Giappone (ma anche gli altri due Paesi hanno tassi simili) è tra le 765 e le 935 balene all’anno, sceso solo nell’ultimo anno a 507 grazie all’intervento degli ambientalisti. Le nuove norme prevederanno un tasso di caccia di 410 esemplari l’anno per i primi 5 anni e di soli 205 all’anno nei successivi 5. A livello di principio potrebbe anche andar bene, ma sarebbe come se, per risolvere il problema della droga, si legalizzasse la cocaina, dicendo che se attualmente uno spacciatore ne vende un chilo all’anno, rimane nella legalità se ne vendesse solo 500 grammi.

Admin - AnnaGarofalo
Admin

Numero di messaggi : 299
Data d'iscrizione : 20.03.08

Vedere il profilo dell'utente http://caffefilosofico.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum