Homepage

11 MAGGIO 1908 - Ludovico Geymonat

Andare in basso

default 11 MAGGIO 1908 - Ludovico Geymonat

Messaggio Da Admin - AnnaGarofalo il Gio Mag 08, 2008 2:30 pm




Ludovico Geymonat (1908-1991) è stato uno dei maggiori protagonisti della scena filosofica italiana del Novecento. Antifascista e partigiano, coniugò lungo tutto il corso della sua esistenza alla passione politica e l'impegno intellettuale, puntando all'elaborazione di un razionalismo critico che fosse in grado di aiutare gli uomini di fronte ai problemi filosofici, scientifici e civili del mondo contemporaneo. Filosofo della scienza, studioso di logica matematica, storico del pensiero scientifico e filosofico, si batté per il riconoscimento accademico di queste discipline e per la diffusione di una vasta cultura scientifica: a lui fu assegnata nel 1956 presso l'Università di Milano la prima cattedra italiana di filosofia della scienza. Il suo percorso intellettuale fu complesso e ricco di svolte: tra i primi a studiare in Italia i temi del Circolo di Vienna e del movimento neopositivistico; aderì poi alle prospettive del materialismo dialettico, che intese come quadro complessivo al quale ancorare il proprio razionalismo scientifico. Fra i suoi numerosi scritti si possono ricordare: Studi per un nuovo razionalismo (1953); Galileo Galilei (1957); Filosofia e filosofia della scienza (1960); Attualità del materialismo dialettico (con Bellone, Giorello e Tagliagambe, 1974); Scienza e realismo (1977); Le ragioni della scienza (con Giorello e Minazzi, 1986), oltre al noto manuale di Storia del pensiero filosofico e scientifico per i Licei, più volte ristampateo, e alla monumentale Storia del pensiero filosofico e scientifico uscita da Garzanti fra il 1970 e il 1976 in sette volumi.

Al pensiero di Geymonat, e al suo confronto con diverse prospettive filosofiche, sarà dedicata giovedì 6 marzo, alle ore 16, una conferenza di Arcangelo Rossi, docente presso l'Università degli Studi di Lecce,. La conferenza, che avrà il titolo: Ilrazionalismo storico-scientifico di Ludovico Feymonat tra neopositivismo e materialismo dialettico, è la terza della serie Momenti della filosofia scientifica italiana del Novecento, organizzata dal Centro Studi Enriques di Livorno in collaborazione con il Comune di Livorno e il Dipartimento di Filosofia dell'Università di Pisa. Ex normalista, Arcangelo Rossi è studioso di fondamenti e storia del pensiero scientifico moderno, dalle origini (Copernico, Bruno, Galilei) a piu' recenti sviluppi (Mach, Einstein, Planck, la Meccanica quantistica)., Ha sempre applicato una duplice lettura, storica ed epistemologica, in confronto serrato tra impegni storiografici e tesi epistemologiche, ai temi da lui studiati, da Copernico all'intelligenza artificiale. La sua attivita' di redattore del Dizionario Biografico degli Italiani dell'Enciclopedia Treccani e di responsabile di unita' del Progetto Finalizzato Beni Culturali del C.N.R. lo hanno inoltre portato a valorizzare e approfondire filoni ed aspetti della storia scientifica del nostro paese talvolta non abbastanza indagati

Fonte.
avatar
Admin - AnnaGarofalo
Admin

Numero di messaggi : 308
Data d'iscrizione : 20.03.08

Visualizza il profilo http://caffefilosofico.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum