Caffè Filosofico
"Lasciamo da parte quella melensa definizione della filosofia come amore della sapienza che porta lontano dal significato autentico della filosofia. Philos vuol dire aver dinanzi qualcosa di cui si ha cura come di se stessi". (Emanuele Severino, 21-09-2008 Festival di Filosofia a Modena)

UN CALOROSO BENVENUTO IN CAFFE' FILOSOFICO, UN SITO CHE VUOLE ESSERE NON SOLO CONSULTATO MA SOPRATTUTTO PARTECIPATO E SCRITTO.
BUON CAFFE' FILOSOFICO!
Homepage

11 MAGGIO 1908 - Ludovico Geymonat

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

default 11 MAGGIO 1908 - Ludovico Geymonat

Messaggio Da Admin - AnnaGarofalo il Gio Mag 08, 2008 2:30 pm




Ludovico Geymonat (1908-1991) è stato uno dei maggiori protagonisti della scena filosofica italiana del Novecento. Antifascista e partigiano, coniugò lungo tutto il corso della sua esistenza alla passione politica e l'impegno intellettuale, puntando all'elaborazione di un razionalismo critico che fosse in grado di aiutare gli uomini di fronte ai problemi filosofici, scientifici e civili del mondo contemporaneo. Filosofo della scienza, studioso di logica matematica, storico del pensiero scientifico e filosofico, si batté per il riconoscimento accademico di queste discipline e per la diffusione di una vasta cultura scientifica: a lui fu assegnata nel 1956 presso l'Università di Milano la prima cattedra italiana di filosofia della scienza. Il suo percorso intellettuale fu complesso e ricco di svolte: tra i primi a studiare in Italia i temi del Circolo di Vienna e del movimento neopositivistico; aderì poi alle prospettive del materialismo dialettico, che intese come quadro complessivo al quale ancorare il proprio razionalismo scientifico. Fra i suoi numerosi scritti si possono ricordare: Studi per un nuovo razionalismo (1953); Galileo Galilei (1957); Filosofia e filosofia della scienza (1960); Attualità del materialismo dialettico (con Bellone, Giorello e Tagliagambe, 1974); Scienza e realismo (1977); Le ragioni della scienza (con Giorello e Minazzi, 1986), oltre al noto manuale di Storia del pensiero filosofico e scientifico per i Licei, più volte ristampateo, e alla monumentale Storia del pensiero filosofico e scientifico uscita da Garzanti fra il 1970 e il 1976 in sette volumi.

Al pensiero di Geymonat, e al suo confronto con diverse prospettive filosofiche, sarà dedicata giovedì 6 marzo, alle ore 16, una conferenza di Arcangelo Rossi, docente presso l'Università degli Studi di Lecce,. La conferenza, che avrà il titolo: Ilrazionalismo storico-scientifico di Ludovico Feymonat tra neopositivismo e materialismo dialettico, è la terza della serie Momenti della filosofia scientifica italiana del Novecento, organizzata dal Centro Studi Enriques di Livorno in collaborazione con il Comune di Livorno e il Dipartimento di Filosofia dell'Università di Pisa. Ex normalista, Arcangelo Rossi è studioso di fondamenti e storia del pensiero scientifico moderno, dalle origini (Copernico, Bruno, Galilei) a piu' recenti sviluppi (Mach, Einstein, Planck, la Meccanica quantistica)., Ha sempre applicato una duplice lettura, storica ed epistemologica, in confronto serrato tra impegni storiografici e tesi epistemologiche, ai temi da lui studiati, da Copernico all'intelligenza artificiale. La sua attivita' di redattore del Dizionario Biografico degli Italiani dell'Enciclopedia Treccani e di responsabile di unita' del Progetto Finalizzato Beni Culturali del C.N.R. lo hanno inoltre portato a valorizzare e approfondire filoni ed aspetti della storia scientifica del nostro paese talvolta non abbastanza indagati

Fonte.
avatar
Admin - AnnaGarofalo
Admin

Numero di messaggi : 299
Data d'iscrizione : 20.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://caffefilosofico.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum