Caffè Filosofico
"Lasciamo da parte quella melensa definizione della filosofia come amore della sapienza che porta lontano dal significato autentico della filosofia. Philos vuol dire aver dinanzi qualcosa di cui si ha cura come di se stessi". (Emanuele Severino, 21-09-2008 Festival di Filosofia a Modena)

UN CALOROSO BENVENUTO IN CAFFE' FILOSOFICO, UN SITO CHE VUOLE ESSERE NON SOLO CONSULTATO MA SOPRATTUTTO PARTECIPATO E SCRITTO.
BUON CAFFE' FILOSOFICO!
Homepage

*** CHIUSURA IV RIUNIONE E CAFFE' FILOSOFICO OFF LINE ***

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

default *** CHIUSURA IV RIUNIONE E CAFFE' FILOSOFICO OFF LINE ***

Messaggio Da Admin - AnnaGarofalo il Lun Mar 31, 2008 1:02 am





Si è chiuso il primo ciclo del Caffè filosofico con una sperimentazione di Dialogo socratico sul tema del "Trasmettere".



La prof. ssa Laura Piccioni (docente di Antropologia Filosofica e Pratiche Filosofiche dell'Università "Carlo Bo" di Urbino) che ha condotto la Pratica, coadiuvata da Luisa De Paula (dott.ssa in Filosofia, specialista di Counseling esistenziale e Pratiche Filosofiche), ha deciso, infatti, di spostare la tematica verso un orizzonte di azione e apertura (che andavamo a costituire noi stessi in quell'incontro, per altro), piuttosto che in qualcosa di già conchiuso di cui prendere atto, come la "Trasmissione", quasi esternamente al suo compiersi.
Una delle cose più interessanti è stata appunto, tra le altre, proprio questo focus sul momento presente, sul quale non riflettiamo mai abbastanza, e che, nello specifico, ci univa in quella riunione del 27 giugno. In quel "qui ed ora" durante il quale abbiamo cercato di "produrre pensiero" e "lasciare traccia".
Queste sono state alcune delle espressioni più significative dell'incontro, sulle quali la prof. ssa Piccioni e la dott.ssa De Paulo ci hanno invitato a riflettere insieme.

In un orizzonte che vede la nostra essenza a ridursi quasi a quella di meri consumatori, ci troviamo, nel campo del riflettere e del formulare anche le opinioni di ogni giorno, ancora una volta, a fagocitare (e poi trasmettere) quello che altri producono per noi (spesso per il loro profitto), piuttosto che a creare un nostro pensiero, una opinione che sia interamente nostra, figlia della nostra formazione in senso ampio e della nostra storia in senso generale. Fondamentalmente, ad essere radicalmente noi stessi, a caricarci fino in fondo della nostra individualità.


Una cosa verso la quale la Professoressa ha evidenziato la nostra disabitudine, fin dalle prime battute del nostro dibattito. Infatti, nessuno di noi ha pensato, per prima cosa, a proporre il suo personale sentire e concepire un tema, non lontano da nessuno dei partecipanti, come la trasmissione.
Tutti abbiamo fatto fare un passo indietro alla nostra soggettività a favore di una pretesa di oggettività delle nostre asserzioni. Quasi che questo potesse garantirne la validità. Se ciò accade in ambito scientifico, non può e non deve tradursi, tra le altre cose, in un dibattito pubblico dove, finalmente, siamo noi con le nostre individualità a parlare e non la massa indistinta, con le sue false opinioni, indotte dai media e dalla pubblicità. E facenti parte di un mondo in cui tutto scorre senza lasciare traccia: dalle tragedie più atroci, all'ultimo scandalo di gossip (talvolta purtroppo equiparati nello spazio dei notiziari).
Su questo ulteriore sotto-tema, per l'appunto, ci siamo confrontati, intrecciando il suo significato con quello più alto della trasmissione.


La trasmissione, la vera trasmissione, intesa come ciò che mi ha “lasciato una traccia”, mi ha scosso, ha fermato la mia corsa verso il nulla e, come dicono i filosofi, mi ha interpellato. Non è stata una notizia distante, di un mondo lontano, che non mi riguarda e mi lascia indifferente nelle mie preoccupazioni quotidiane, ma è una cosa che fa parte di me perché viene a mordere la mia umanità fin dal profondo. Allora una guerra o una devastazione climatica all'altro capo del mondo, un amico in difficoltà che ci telefona, una persona interessante con la quale si è parlato, un rapporto con una persona cara, un ciclo di studi, ma anche un libro, un film, una poesia, nessuna di queste cose devono essere come dei piatti fondali di una sceneggiata amara, ma ci devono lasciare traccia e cambiarci. Per potere dire un giorno di avere vissuto.

In questo spazio ho cercato di lasciare un resoconto dei lavori che purtroppo/per fortuna reca evidenti tracce del mio coinvolgimento nell'esperienza, rimanendo fedele allo spirito del dibattito, per altro. Spero che altri partecipanti vogliano unirsi a me nella ricostruzione dei lavori e che, in genere, chi abbia da dire, lo dica, lasciando anche solo due righe. Tutto il forum è stato concepito, in quanto forum, proprio per questo.

Ringrazio Matteo e Leonardo della "S.T. Senza Titolo" per la loro squisita disponibilità ad offrirci il locale, anche (molto) oltre l'orario di chiusura; le illustri ospiti e gli amici intervenuti:


Francesco Capuano, Monica Cottarelli, Lidia Fasulo, Veronica Gianfagna, Daria Pastori, Sonia Russo, Cristiano Serricchio, Ruben Totaro.


Un grazie di cuore al mio carissimo amico Massimo Minnetti, con il quale sto condividendo questa esperienza del Caffè filosofico fin dal principio. Una persona che ogni giorno sa trasmettermi un grande insegnamento.

Spero che questa esperienza sia stata d'arricchimento per tutti i partecipanti e anche alla prof. Piccioni e alla dott.ssa De Paulo, con le quali speriamo di continuare il nostro dialogo su questo solco.
A tutti appuntamento al prossimo Caffè filosofico off line!


Anna Garofalo







La professoressa Laura Piccioni, docente di Antropologia Filosofica e Pratiche Filosofiche dell'Università "Carlo Bo" di Urbino, parteciperà alla riunione che chiude quello che speriamo sia solo il primo ciclo del Caffè filosofico, insieme alla dott.ssa Simonetta Putti, psicoterapeuta analista junghiana specializzata nelle tematiche di incrocio tra psicologia e ICT.

La docente ha proposto di interrogarci sulle problematiche inerenti al tema della TRASMISSIONE* in senso generale (come comunicazione, formazione, ecc.) e nelle sue implicazioni filosofiche. Ognuno di noi potrà contribuire alla delineazione della questione portando le proprie opinioni e il proprio sentire sull'argomento, al di là della preparazione filosofica posseduta.
Specifichiamo, infatti, che non si tratta di un seminario in cui ascolteremo la prof. Piccioni (cosa che, peraltro sarebbe di grande interesse), ma di un incontro in cui tutti dedicheremo il nostro tempo agli altri e a noi stessi per riflettere insieme, imparare a dibattere, aprire la mente e soffermarci sul significato delle cose.

In questa riunione chiuderemo il primo ciclo del Caffè, anticipando una nuova fase a partire dal mese di settembre.


Venerdì 27 giugno, ore 19.30




Via degli ombrellari, 25
00193 ROMA
tel/fax 06 64760105
info@senzatitolo.it
web


parteciapazione libera
ingresso gratuito

Per informazioni: caffefilosofico@email.it
E' gradita comunicazione di adesione





* Testi consigliati:
- Platone, Alcibiade I
- Hadot, La filosofia come modo di vivere
- Nozik, La vita pensata
- Wouters, La bottega del filosofo








Al culmine della rete di distribuzione, il cablaggio del sistema di informazione
del pianeta è stao compiuto con tre reti integrate, ma tecnicamente sovrappose:
i cavi del telegrafo, i tavoli di commutazione del telefono e il world wide web
.
Derrick De Kerckhove





Ultima modifica di Admin il Ven Ago 01, 2008 3:15 am, modificato 41 volte
avatar
Admin - AnnaGarofalo
Admin

Numero di messaggi : 299
Data d'iscrizione : 20.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://caffefilosofico.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

default Salve,

Messaggio Da copy il Sab Giu 07, 2008 11:54 pm

E' riservato ai studenti o puo participare chiunque???

copy

Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 07.06.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

default Re: *** CHIUSURA IV RIUNIONE E CAFFE' FILOSOFICO OFF LINE ***

Messaggio Da Admin - AnnaGarofalo il Mer Giu 11, 2008 10:36 am

E' una riunione pubblica.
avatar
Admin - AnnaGarofalo
Admin

Numero di messaggi : 299
Data d'iscrizione : 20.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://caffefilosofico.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

default Re: *** CHIUSURA IV RIUNIONE E CAFFE' FILOSOFICO OFF LINE ***

Messaggio Da harry_stack_suldivan il Gio Giu 19, 2008 2:09 pm

la trasmissione? tema gigantesco... mah... potenzialmente poco interessante a seconda di come verrà trattato... speriamo bene...
avatar
harry_stack_suldivan

Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 31.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

default Re: *** CHIUSURA IV RIUNIONE E CAFFE' FILOSOFICO OFF LINE ***

Messaggio Da Admin - AnnaGarofalo il Gio Giu 19, 2008 3:09 pm

Harry, condivido tutte le tue preoccupazioni, meno quella su come la discussione si svolgerà. Infatti questo, per fortuna, non dipende (solo) dagli organizzatori, ma dai partecipanti, ergo... andrà benissimo!
Abbiamo la fortuna di avere un gruppo molto preparato, ma resta il fatto che effettivamente il Caffè questa volta si misurerà con un tema davvero molto ampio e stratificato, che comprende in sè molti motivi diversi. In questa maniera, però, viene data la libertà ad ogni  partecipante di declinarlo secondo il suo piacere, incoraggiandone così l'intervento nella discussione. Questo è il nostro augurio, tu che ne pensi?
Invitiamo anche gli altri utenti a dire la loro su questo meta-argomento, anteprima del dibattito off line.
Grazie, Harry.
avatar
Admin - AnnaGarofalo
Admin

Numero di messaggi : 299
Data d'iscrizione : 20.03.08

Vedi il profilo dell'utente http://caffefilosofico.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

default Re: *** CHIUSURA IV RIUNIONE E CAFFE' FILOSOFICO OFF LINE ***

Messaggio Da Simonetta Putti il Mer Giu 25, 2008 9:09 pm

harry_stack_suldivan ha scritto:la trasmissione? tema gigantesco... mah... potenzialmente poco interessante a seconda di come verrà trattato... speriamo bene...
Sono d'accordo sulla vasta estensione del tema Trasmissione...peraltro ancora più ampio se lo osserviamo nell'ambito della Comunicazione. Settore, quest'ultimo, che ha visto un incremento notevole di attenzione sin dagli ultimi anni del millennio appena decorso, stante il progresso incessante ed integrato delle I.C.T.. Più fili che potremo cercare di tessere alla ricerca del disegno sotteso alla trama. Tanti gli Autori di rilievo: per ricordarne solo alcuni, pensiamo a Mc Luhan, Popper, Eco, Lèvy,Virilio, De Kerckhove...
I nodi dai quali strutturare una serie di domande sono molteplici..libertà di espressione e condizionamento, regole ed etica della comunicazione, potere e limite, evoluzione prevedibile del rapporto utente / medium...

Simonetta Putti

Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 24.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

default Re: *** CHIUSURA IV RIUNIONE E CAFFE' FILOSOFICO OFF LINE ***

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum